Navi da crociera e nuovi hotel di lusso per la rinascita della Costa Smeralda

La Costa Smeralda è una terra sempre pronta a reinventarsi, dopo i fasti che negli ultimi decenni l’hanno resa uno dei luoghi più ambiti dal turismo mondiale, d’elite ma non solo. Il futuro per questa isola è caratterizzato da due ingredienti: nuovi investimenti miliardari per la realizzazione di strutture alberghiere e nuovi scali per le navi da crociera.

costa smeralda

I progetti di medio termine, che si estendono un un orizzonte temporale di sette-dieci anni, coinvolgono ancora una volta gli emirati arabi, che non sono nuovi a questo tipo di interessamento verso le bellezze paesaggistiche italiane. Il Qatar ha predisposto un piano completo di investimenti: molti miliardi di euro che serviranno a costruire quattro nuovi hotel extra lusso, raddoppiare gli attuali posti letto e ammodernare le infrastrutture di supporto della Costa Smeralda.

Le nuove strutture alberghiere che verranno realizzate saranno un hotel da centocinquanta camere a marchio Harrods, il colosso inglese icona mondiale dello shopping; un family hotel da duecento stanze per una clientela diversificata; un hotel da novanta camere al Pevero e uno da settantacinque stanze a Razza di Juncu, per i più giovani. Ma non è tutto, perché il progetto presentato nelle ultime ore è più ambizioso di una semplice operazione immobiliare. Sarà realizzata infatti la Costa Smeralda Academy, una scuola di alta formazione per manager del turismo strutturata come un vero e proprio campus universitario che – si dice – sarà collegato ai celeberrimi atenei d’oltremanica di Cambrige e Oxford. In questo modo sarà possibile offrire ai giovani del posto reali prospettive di formazione, ma anche attrarre in Sardegna studenti provenienti da tutto il mondo.

Per concludere, ci sarà anche un grande aquapark, compreso nel maxiparco del divertimento che sorgerà a Liscia Ruja, e una eco-pista di go kart con macchine elettriche, quasi due chilometri di pista a basso impatto ambientale costruiti nella ex discarica di Abbiadori.

E mentre investitori arabi e tecnici italiani lavorano alla realizzazione del progetto decennale, le compagnie di crociere sono pronte a fare della Costa Smeralda uno degli scali più prestigiosi in assoluto. Ancora una volta il primato va a Msc Crociere, che ha fatto ritorno a Olbia con cinque navi della sua flotta (Msc Lirica, Msc Opera, Msc Orchestra, Msc Sinfonia e Msc Poesia). Solo nell’ultima stagione estiva si sono contati trentadue scali e ottantamila passeggeri che in questo modo hanno avuto la possibilità di visitare le impareggiabili bellezze naturalistiche della Gallura.

Inoltre, già da un paio di anni Msc Crociere ha posizionato nelle acque azzurre della Costa Smeralda una delle sue navi più belle per consentire ai suoi ospiti di vivere una vacanza all’insegna del divertimento più completo: la favolosa vita della Costa Smeralda, l’inconfondibile mare cobalto della Sardegna ma anche tutte le opportunità presenti a bordo, come un teatro da 600 posti, 4 ristoranti, 8 bar, un centro benessere balinese con talassoterapia, un centro sportivo, campi da basket, volley e tennis, un percorso jogging e un campo da mini golf, una discoteca, un casinò e persino un business center da 200 posti per chi volesse organizzare incontri di lavoro direttamente affacciati su una delle coste più belle, amate e rinomate del mondo.