Due nuove navi hi-tech, è la rivoluzione targata Msc Crociere

Un nuovo record sta per entrare nel palmares di Msc Crociere: due nuove navi da crociera presto si aggiungeranno alla flotta della compagnia leader del Mediterraneo grazie a una commessa affidata ancora una volta a Fincantieri, il colosso italiano della cantieristica nautica.

msc_20_may-2014_sea03

Saranno le due navi più grandi mai costruite da Fincantieri, alle quali si aggiungerà una terza già opzionata. Il prototipo delle nuove regine di casa Msc è stato chiamato Seaside e sarà caratterizzato da altissime tecnologie all’avanguardia e livelli di progettazioni evoluti, tant’è che già si parla di una nuova generazione di navi da crociera che riscriverà completamente il concetto di viaggio per mare.

Già nel leggere le caratteristiche dei due colossi che prenderanno vita negli stabilimenti Fincantieri ci si rende conto della portata dell’operazione: 323 metri di lunghezza, 41 di larghezza e 70 di altezza; una stazza di 154mila tonnellate; 5200 passeggeri più 1400 membri dell’equipaggio per un totale di oltre 6700 ospiti a bordo suddivisi in più di 2mila cabine; quasi 44mila metri quadrati di aree pubbliche a disposizione dei crocieristi; 2mila tecnici al lavoro, 160 professionisti per lo studio di soluzioni innovative. E, cosa non di poco conto, una struttura innovativa e una versatilità che consentiranno alle due nuove navi di attraccare in qualsiasi porto del mondo. Le nuove creature costeranno 700 milioni l’una e saranno consegnate a Msc Crociere tra la fine del 2017 e l’estate del 2018.

L’idea ispiratrice dei vertici di Msc è stata precisa: realizzare due navi completamente nuove e rivoluzionarie nella concezione rispetto a ciò che oggi offre il mercato della crocieristica. Navi avveniristiche nella struttura, nell’agilità, nelle forme, nelle soluzioni architettoniche e nelle tecnologie. L’ennesima sfida per la compagnia di origini napoletane, un simbolo di rinnovamente reale e tangibile nel settore delle crociere. Ma anche un impegno a continuare a crescere e a svilupparsi con strategie sempre ispirate al mercato e alla soddisfazione della clientela, creando ricchezza e occupazione nel sistema economico italiano. Di qui la commessa affidata a Fincantieri e la scommessa di proseguire il processo di espansione di una compagnia che ad oggi dà lavoro a 10mila dipendenti.

La concezione rivoluzionaria delle due navi sarà costituita dall’intuizione di avvicinare gli spazi esterni al livello del mare lungo le fiancate e a poppa. In questa ottica sarà realizzata una vera e propria promenade che girerà intorno alla nave, in modo da dare agli ospiti la sensazione di passeggiare su un lungomare ricco di bar e ristoranti all’aperto e con un panorama mozzafiato.

«Msc Crociere ha aggiunto l’ultimo tassello al nuovo piano industriale che entro il 2022 ci consentirà di raddoppiare la capacità della nostra flotta, raggiungendo una capacità di circa 80mila passeggeri al giorno» ha spiegato Gianni Onorato, CEO della compagnia. «Oggi abbiamo programmato investimenti superiori ai 5 miliardi di euro tra nuove costruzioni ordinate in Italia e Francia e la trasformazione di navi già presenti in flotta».