Dubai d’inverno, il luogo migliore per una fuga al caldo

La fine dell’inverno e l’inizio della stagione più mite si possono trascorrere in quella che è considerata la città araba dai mille record: Dubai. È questo il trend più diffuso tra tutti coloro che stanno scegliendo di regalarsi una pausa nei primi mesi dell’anno, complice anche la preferenza rispetto alle più tradizionali mete calde, prime tra tutte le spiagge egiziane.

Dubai

Dunque, Dubai seduce un numero sempre crescente di turisti e con ogni probabilità vivrà quest’anno una nuova impennata di presenze. I fattori che ne fanno una delle destinazioni più attrattive sono la vicinanza all’Italia e all’Europa, la sicurezza, la poliedricità di offerta turistica e di divertimenti, la ricchezza di opportunità, il clima favorevole e, non ultimo, un costo ormai alla portata quasi di tutti.

Una città in continua trasformazione con alberghi sfarzosi e iper-tecnologici, parchi giochi, strutture avveniristiche, acquari, centri commerciali. Tutto questo e molto altro ancora è Dubai d’inverno (e non solo), una meta turistica che oggi è adatta a ogni target di turista, dalle famiglie ai single, dalle coppie in luna di miele a chi vuole farvi scalo per poche ore prima di raggiungere altre destinazioni.

In questi primi mesi dell’anno le temperature sono molto gradevoli, ben lungi dai 50 gradi dei mesi estivi: lunghe giornate soleggiate, quindi, con un caldo sopportabile e piacevole. L’ideale per chi cerca ristoro dal rigido clima continentale.

Il quartiere più rinomato di Dubai è Jumeirah Beach, pieno di grattacieli, centri commerciali e grandi alberghi tutti affacciati su una lunga spiaggia bianchissima. Una delle sue immagini che hanno fatto il giro del mondo appartiene al resort Atlantis, uno dei tre mini-arcipelaghi artificiali a forma di palma realizzati o in via di realizzazione.

dubai21E poi c’è il quartiere di Downtown, che offre attrattive imperdibili: ad esempio qui si trova il Burj Khalifa, l’edificio più alto del mondo con i suoi 830 metri e 124 piani mozzafiato e una terrazza-osservatorio raggiungibile grazie a un ascensore che viaggia a più di sessanta chilometri all’ora. A terra, invece, lo spettacolo più suggestivo è offerto dalla Dubai Fountain, la fontana più grande del mondo, lunga 275 metri e dotata di getti d’acqua che raggiungono i 150 metri di altezza, sincronizzati a suon di musica e di luci. E ancora, si può concludere la giornata con una cena presso l’At-Mosphere, il ristorante di lusso più alto del mondo, 442 metri verso il cielo.

A Dubai i record davvero non finiscono mai. Ad esempio, non si può non visitare Dubai Mall, il centro commerciale più grande del mondo, che ospita un enorme acquario popolato da squali e razze ma anche una pista di pattinaggio sul ghiaccio. Il contrasto caldo-freddo è tipico del vicino Mall of the Emirates, un altro centro commerciale nel quale è possibile sciare in ogni mese dell’anno proprio come nelle migliori stazioni sciistiche alpine con tanto di baita di montagna.

Molto caratteristica è anche la zona di Dubai Creek; qui si trovano un canale lungo undici chilometri che divide in due la città araba, navigabile a bordo di un battello tradizionale che fa la spola tra le due rive, e un celebre mercato delle spezie dalla tipica atmosfera orientale.

Infine, anche se si alloggia in qualunque altro dei tantissimi hotel di lusso della città è bene fare una tappa per vedere il Burj al-Arab, celebre albergo a forma di vela, simbolo della ricchezza dell’emirato di Dubai.

In ultimo, non possiamo non ricordare che Dubai e gli Emirati Arabi sono una scenario unico anche per gli amanti dei viaggi in crociera. Con costi assolutamente abbordabili specie in questa stagione si può infatti scegliere di volare fino al Golfo Persico e imbarcarsi su una delle navi dislocate in quell’area.